Osservatorio TG

Renzi – L’informazione e le saghe familiari

I Tg di martedì 16 maggio – La saga dei Renzi (padre e figlio) conquista l’apertura su Tg1, Tg5, TgLa7, Tg4, ed è secondo titolo per gli altri. La vicenda Consip è oramai sullo sfondo, e in primo piano c’è il rapporto familiare che nulla ha a che fare con l’inchiesta, napoletana prima, romana dopo. Il riflesso politico diretto vede i soli Cinque Stelle all’attacco, ma oramai è evidente che l’aspetto mediatico non è solo fondamentale, ma addirittura esclusivo. Premesso che i giornali hanno sempre il diritto di pubblicare, c’è da chiedersi se il contenuto della libertà di stampa sia diventato secondario. Mentana, fatta questa stessa premessa, è il più chiaro nel segnalare che oltre gli aspetti familiari le anticipazioni sul Fatto del libro di Marco Lillo, non avendo secondo gli inquirenti alcuna rilevanza, non essendo stata inserita in nessun fascicolo, essendo probabilmente illegittima, ed essendo uscita non si sa da quale Procura, comunque attraverso un reato commesso da chissà chi, pone seri interrogativi che chiedono risposte.

Dio li fa e poi li accoppia. Il cognome Renzi chiama il cognome Boschi, e l’informazione di serata non può fare a meno di passare da Consip a Etruria, riprendendo Gentiloni che nega riflessi negativi per il Governo dal nuovo clamore che investe la sottosegretaria Maria Elena.

Il fatto che poi diversi Tg (titoli per Tg1, Tg2 e Tgla7) si occupino delle vicende economiche della separazione Berlusconi-Lario (mentre invece lo stesso non fanno le testate Mediaset), contribuisce a dare del circo dell’informazione un’immagine che non sarebbe piaciuta neanche a Fellini.

L’inchiesta sulle mani della ‘ndrangheta nel Cara di Crotone richiama attenzione diffusa, con Tg5 che propone un buon servizio. Spazio ampio ai dati di Frontex sui Tg Rai che segnalano che l’arrivo dei profughi in Europa sia diminuito dell’85% rispetto allo scorso anno, mentre la quota italiana è aumentata del 33%. Presente anche su La7. Sempre sul tema immigrazione la conclusione unitaria della commissione parlamentare che si è occupata della vicenda ong e sbarchi è nei Titoli su Tg5.

Agro-dolce il dato del pil italiano che nel primo trimestre aumento (solo) dello 0,2%. Titoli per Tg3 e Studio Aperto.

Per gli esteri, come quasi ogni giorno Trump offre materiali “caldi”; oggi si tratta del passaggio ai russi di informazioni riservate di provenienza europea sul terrorismo. Smentita la vicenda dal suo staff, poco dopo in prima persona rivendica di averlo fatto e di averne il diritto. Titoli per tutti, con l’esclusione di Studio Aperto, e apertura su Tg2.

Le accuse americane ad Assad per i forni crematori destinati a far sparire i cadaveri dei prigionieri politici assassinati sono riprese questa sera ampiamente dai Tg Mediaset. Tg5 dedica una interessante copertina ai tanti casi i cui nel ‘900 sono stati utilizzati, per togliere dignità alla morte di quelli che si ritenevano “nemici”, dopo aver tolto dignità alla loro vita.

Ultime notizie
esame di stato
Istruzione

Generazioni sotto esame. Dalla maturità all’esame di Stato, che ne sarà della prova scritta?

L’esame di Stato, un tempo esame di maturità, continua a far discutere ministri dell’Istruzione e studenti su quale sia la formula migliore. Una formula che è cambiata negli anni, fino ad arrivare alla richiesta odierna di abolire la prova scritta fatta dagli studenti e non ancora smentita dal Ministero.
di Giuseppe Pulina
esame di stato
violenza di genere
Donne

Violenza di genere, omicidi e reati spia in aumento nel 2021

La violenza di genere è aumenta nei primi 11 mesi del 2021, sia per gli omicidi che per i reati spia di tali violenze. Secondo il report del servizio analisi della Polizia Criminale, su un totale di 263 omicidi volontari compiuti in Italia dal primo gennaio ad oggi, 109 hanno riguardato donne.
di redazione
violenza di genere
Economia

Colonialismo digitale, è l’Africa la terra promessa

Quando parliamo di crescita e di aiuti ai paesi dell'Africa omettiamo spesso il tema del colonialismo digitale e degli investimenti massicci dei colossi del tech, come ad esempio Google, per accaparrarsi i nuovi mercati.
di Susanna Fara
Italia Domani

Italia Domani. Il PNRR per il rilancio e la crescita

  La mission del magazine online dell’Istituto Eurispes è quella di raccontare “l’Italia che verrà”. Nasce così l’idea di fornire sulle nostre pagine...
di Claudia Bugno*
europa e africa
Briefing

Europa e Africa, un futuro condiviso oltre “l’inerzia del mondo”

La recente visita di Mattarella in Algeria ha gettato lo sguardo oltre le tradizionali dinamiche europee, evidenziando che Europa e Africa sono due continenti legati da un destino condiviso in economia come nella lotta alla crisi climatica. La crescita economica africana può coinvolgere in primo luogo in nostro Paese, per posizione geografica e per opportunità.
di Amb. Paolo Sannella*
europa e africa
muri di sabbia
Istituzioni

Muri di sabbia, l’ultima frontiera contro le migrazioni dall’Africa

Mentre l’Europa resta a guardare di fronte alle forze di Minsk che usano i profughi come arma politica, in Africa si usano altre forme per bloccare i flussi migratori. Muri di sabbia vengono eretti e ampliati in Marocco, Algeria, Niger, Libia: lo scopo è far sì che i profughi non superino i confini nazionali.
di Marco Omizzolo*
muri di sabbia
Futuro

Oltre la pandemia, una innovativa esperienza americana

Le difficoltà del post pandemia Ormai sono due anni dall’inizio della pandemia dovuta al virus Covid-19, con oltre 5 milioni di morti, che...
di Laura Dryjanska*
sfruttamento del lavoro
Lavoro

Sfruttamento del lavoro e caporalato, le voci sommerse delle lavoratrici agricole

Lo sfruttamento del lavoro agricolo e il caporalato non riguardano solo i giovani lavoratori immigrati, ma colpiscono anche molte lavoratrici. Una indagine della Ong WeWorld tra le lavoratrici dell’Agro Pontino documenta lo sfruttamento del lavoro delle donne nei campi, fatto di orari assurdi, violenze e vessazioni.
di Marco Omizzolo*
sfruttamento del lavoro
Luciano Maria Teodori

Tempi Moderni

Viviamo in un’epoca dove tutto appare complicato, così complicato che molti rinunciano a pensare con la propria testa e si affidano ai...
di Luciano Maria Teodori
giustizia
Recensioni

Il valore della giustizia raccontato ai ragazzi di ogni età

“La giustizia conviene - Il valore delle regole raccontato ai ragazzi di ogni età” di Gian Carlo Caselli e Guido Lo Forte si configura come un libro dalla duplice natura, dedicato ai non addetti ai lavori e in particolare ai ragazzi. Il racconto delle conseguenze sociali e del valore della legalità avviene da parte di due autori che hanno dedicato la loro intera vita a perseguire giustizia e legalità.
di Ilaria Tirelli
giustizia