Oltre la pandemia, una innovativa esperienza americana

Le difficoltà del post pandemia

Ormai sono due anni dall’inizio della pandemia dovuta al virus Covid-19, con oltre 5 milioni di morti, che vediamo i chiari segni negativi lasciati in ogni contesto sociale; ma forse ancora di più ha fatto emergere e sempre più sarà evidente in futuro, tutte le difficoltà umane, sociali, economiche, di valori e di fede che in qualche modo, negli ultimi venti-trent’anni, eravamo riusciti ad affrontare, contenere, se non a gestire.

È certo che la pandemia ha esasperato situazioni in bilico, ha spinto Persone, Stati, Razze e Religioni diverse verso conflitti non dichiarati, ma non per questo meno pericolosi.

Le imprese, ad esempio, si sono trovate in difficoltà, non solo per essere costrette a far svolgere, ove possibile, il lavoro ai propri dipendenti in remoto, o smart-working, con regole mai scritte e collaudate prima e con risultati tutti da verificare; inoltre hanno subìto e stanno subendo dei contraccolpi per la modifica, se non la rottura, della catena degli approvvigionamenti, solo per parlare di un fatto che è sotto gli occhi di tutti. D’altro canto, il lavoro a distanza, ad esempio, ha avuto un grande impatto sulla salute mentale delle persone. Secondo un recente articolo della rivista Forbes, molte persone hanno sperimentato stress e pressione dal lavoro a casa negli ultimi due anni, affermando di aver pensato almeno una volta al suicidio.

Quale impatto sui giovani?

Tutto questo ha un impatto importante sulla formazione e sulla educazione dei giovani, perché siamo in un momento in cui si è capito perfettamente che nel mondo del lavoro, ma non solo, nulla sarà più come prima. Non è un caso che le grandi firme della consulenza parlino di necessità di un “new normal” o di “future of work”, senza peraltro saper bene come o dove indirizzare i propri clienti.

Le possibilità della psicologia positiva

Ecco quindi che la psicologia positiva, un termine coniato dallo studioso Abraham Maslow, si inserisce bene e riprende vigore, anzi si sostanzia, dalla difficoltà del momento, presentandosi non come panacea per tutti i mali, ma come un percorso importante, scientificamente collaudato e universalmente riconosciuto, di sostegno al cambiamento, alla modifica di prassi di business e culture manageriali consolidate e messe drasticamente in discussione dalla pandemia.

Leggi anche

Le persone, questo il tema centrale, sono coloro che – se ben informate e allenate ad un approccio di “positività”, di benessere spirituale e materiale, di integrazione di diversi fattori, come il business e i valori della fede, con una visione che lascia intravedere un cambiamento auspicabili – potranno portare le Imprese, le Organizzazioni, le Strutture verso una ripresa dal post-Covid.

Secondo Martin Seligman, il pioniere della diffusione della psicologia positiva, già presidente dell’Associazione Americana degli psicologi (APA), è necessario «Guidare la psicologia lontano dall’oscurità e verso la luce» (To steer psychology away from the darkness and toward light); in altre parole la psicologia positiva può andare oltre e investire anche la sfera dell’economia e del lavoro.

La Psicologogia organizzativa positiva

La Psicologia organizzativa positiva (Positive Organizational Psychology) nasce proprio per dare agli studenti, che oggi si trovano a dover decidere come sarà la loro vita futura, gli strumenti scientifici in particolare per reagire, costruire, modificare le realtà del lavoro nelle quali saranno presto chiamati ad operare. Al riguardo è interessante notare che negli ultimi tempi Seligman, operando con i Big data sui testi dei Social media, è arrivato anche a elaborare un preciso “curriculum della positività”, come strumento utile per adattare i corsi d’insegnamento alle nuove esigenze emerse in questo difficile periodo.

Una iniziativa in tal senso è stata avviata dell’università americana Biola University, a La Mirada, in California, con un master in Psicologia organizzativa positiva che si attesta come il primo corso di studi accademici di più alto livello, quello della laurea; un master che viene incontro, con un suo articolato e completo programma, alle molteplici esigenze che i giovani avvertono nel dover affrontare una realtà “liquida”, incerta, sfidante più del normale e dove, per la prima volta, come nell’ultimo dopoguerra, il passato e la storia non possono insegnare molto per indirizzare la bussola verso un futuro di nuova normalità.

Oggi, la psicologia positiva nell’ambito delle strutture organizzate è uno strumento più rilevante che mai.

L’insegnamento di questa disciplina scientifica che punta ad esaltare le virtù delle persone e la loro capacità di affrontare le nuove situazioni, metterà i giovani laureati nelle condizioni di essere protagonisti attivi di una nuova fase di sviluppo umano innovativo, inclusivo e positivo nel sistema delle relazioni umane e nella organizzazione del mondo del lavoro.

Leggi l’articolo in inglese

*Laura Dryjanska, PhD, Direttore del Programma Master in Psicologia Organizzativa Positiva, Professore associato di Psicologia, Università Biola, California (USA)

 

 

Ultime notizie
nft
Diritto

NFT: le opere d’arte e il diritto. Il ruolo dei musei

L’opera d’arte nell’epoca degli NFT Walter Benjamin nel saggio del 1936 “L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica” affronta, tra i primi, la criticità della...
di Alessio Briguglio*
nft
upskilling
Economia

Upskilling nella Pubblica amministrazione tra esigenze, opportunità e rischi

L’upskilling, ovvero il miglioramento del profilo professionale, nella PA può tradursi in un investimento per la crescita dell’intero settore pubblico, in un’ottica di maggiore fluidità e intercambiabilità di ruoli e mansioni. Importante è far corrispondere alla crescita delle competenze anche progressioni di carriera.
di Simone Cannaroli
upskilling
continete africano
Mondo

Social media e movimenti di protesta nel continente africano

Il continente africano sta registrando negli ultimi anni un incremento delle proteste giovanili, dovute non solo alla marginalizzazione dei giovani dalla vita politica ed economica: una maggiore accessibilità ad Internet data dalle reti mobili e la diffusione dei social network hanno facilitato le organizzazioni e il dibattito pubblico.
di EMANUELE ODDI
continete africano
anac
Criminalità e contrasto

Anac presenta oggi la sua Relazione annuale alla Camera dei Deputati

Anac presenta oggi la Relazione sulle attività svolte e traccia un bilancio della corruzione in Italia nel 2021. Il nostro Paese migliora di 10 posizioni nell’Indice della percezione della corruzione, ma il Presidente di Anac Busìa pone l’accento sulla importanza di prevenire la corruzione.
di redazione
anac
sughero
Ambiente

Foreste di sughera, una risorsa da difendere per la rinascita dei territori rurali

In Sardegna si concentra circa l’85% delle foreste italiane di sughera, e nel Nord Est è presente la gran parte del patrimonio regionale. Il Report presentato oggi da Eurispes documenta la crisi del settore del sughero nei territori coinvolti e ne valorizza potenzialità e risorse, in primis quelle ambientali e turistiche.
di Carlo Marcetti*
sughero
guardia di finanza
Criminalità e contrasto

Guardia di Finanza, azione costante a tutela di spesa pubblica e cittadini

Per il 248esimo anniversario della sua fondazione, la Guardia di Finanza pubblica un bilancio operativo relativo agli interventi del 2021 e dei primi 5 mesi del 2022. Nel periodo di riferimento, la Guardia di Finanza ha eseguito più di un milione di interventi ispettivi che hanno dato origine a circa 74 mila indagini a contrasto di illeciti in campo finanziario ed economico e delle infiltrazioni criminali.
di redazione
guardia di finanza
Economia

Politiche per la coesione, una sinergia con il Pnrr per la crescita

Il 10 giugno scorso l’Italia ha trasmesso il testo finale dell’Accordo di Partenariato 2021-2027. Il documento, presentato in una sua prima versione...
di Claudia Bugno*
Africa criptovalute
Economia

Africa 2022: il ruolo delle criptovalute

In Africa le criptovalute crescono in maniera costante, tanto che la Repubblica Centrafricana ha adottato la criptovaluta bitcoin come moneta nazionale. Ma se da un lato la criptovaluta incentiva il movimento di denaro per imprese e rimesse provenienti dall’estero, dall’altro pesano le carenze in infrastrutture energetiche e regolamentazione.
di Emanuele Oddi
Africa criptovalute
infrastrutture
Infrastrutture

Infrastrutture, migliorare la comunicazione tra Stato e Regioni per ottimizzare gli interventi. Intervista al Sen.Mauro Coltorti

Le infrastrutture italiane registrano ancora un divario importante tra Nord e Sud secondo il Sen. Mauro Coltorti, divario che forse nemmeno il Recovery riuscirà del tutto a sanare. Gli strumenti per intervenire sono in primis una maggiore comunicazione tra Stato e Regioni, innovazioni e legalità.
di Salvatore Di Rienzo
infrastrutture
nextgenerationeu
Europa

NextGenerationEU, innovativo anche nelle strategie di finanziamento

NextGenerationEU è un piano innovativo, che guarda al futuro anche nelle forme di finanziamento: si utilizzeranno i proventi delle autorizzazioni alle emissioni di gas serra, della tariffa sul carbonio dei prodotti importati altamente inquinanti, nonché i profitti residui delle multinazionali.
di Claudia Bugno*
nextgenerationeu