Sense of duty or heroism? Healthcare personnel role in Italy

healthcare

Eurispes has gathered Italian people’s opinions about the healthcare personnel work in the last twelve months and about the efficiency of the National Health System. 39.1% of Italians believe that doctors and nurses have just fulfilled their duty in the emergency, while the percentage of those who consider them heroes is slightly lower (37.3%); only 7.2% think that they have dealt with the emergency inadequately, but many were unable to express a judgment (16.4%). The idea that health professionals have just fulfilled their duty is more widespread among those with a higher education qualification (diploma or university degree) while the judgment of a heroic quest is prevalent among those with an elementary license or no university degree. In the North-West of the country there is a clearer belief that doctors and nurses have just fulfilled their duty (43.4%), while especially in the South there is a belief that hospital staff have been heroic (47.7%). In the Islands there is the largest number of those who think that doctors and nurses acted inadequately (13.6%).

General Practitioners: a reference for 6 out of 10 Italians

Most Italians (60.8%) turned to them for information and advice on Covid-19 and, among them, 39.9% say that their GP has been available, while about one out of five respondents (20.9%) replies that their doctor has not been available. However, many (39.2%) have chosen not to seek information and advice from their GPs. The elderly and most at-risk age groups (69.5% of over-65s) relied on the general medical staff most often. Among those who turned to the GPs, the inhabitants of the South judged them more available (42.5%), while for North-East residents GPs were less available than the others (27.1% were unavailable).

Italian judgment concerning Italian National Health System: Italian doctors are the best in the world

66% of Italians are convinced that Italian doctors are the best in the world. 62.5% of Italians agree (41% “quite enough” and 21.5% “very much”) that Italian doctors should be more valorised and paid. For 78.5% of Italians, the health emergency has shown that it is crucial to invest more in public health than in private health. Nonetheless, the rate of those who agrees (very much and quite enough) that the pandemic has demonstrated the inadequacy of the National Health System is lower (57.6%). 73.9% agree with the idea that Italian doctors expatriate because they have more recognition and greater career opportunities abroad.

What is the Italians’ level of trust in the National Health System?

71.5% of Italian population expresses confidence in the Italian National Health System (50.4% quite enough confidence and 21.1% a lot of confidence). It is the North-East regions of the Country that express the highest approval rating in the National Health System, collecting, in total, 86.7% of positive reviews.

Ultime notizie
last20
Mondo

Oltre il G20: The Last20, il mondo visto dagli ultimi

The Last20 è l’iniziativa nata per portare in primo piano storie e testimonianze dai paesi collocati agli ultimi posti nel mondo per ricchezza e prestigio, in contrapposizione alla egemonia economica e politica dei Grandi del G20.
di Tonino Perna e Ugo Melchionda
last20
loot box
Economia

Loot box e gacha games: intrattenimento o gioco d’azzardo?

Loot box e gacha games sono due forme di intrattenimento virtuale e di profitto ancora non regolamentate in ambito fiscale. Utilizzate soprattutto dai giovanissimi nei giochi online, determinano una serie di microtransazioni il cui premio, o risultato, è sconosciuto, e dunque possono rientrare nel gioco d’azzardo.
di Giovambattista Palumbo*
loot box
giustizia riparativa
Giustizia

La giustizia che ripara. Nascono anche in Italia le prime città riparative

La giustizia riparativa mira a ricostruire lo strappo che un reato genera all’interno della collettività, mettendo in comunicazione e collaborazione vittima e autore del reato. A tale scopo sono nate anche in Italia delle città-laboratorio, come nel caso di Tempio Pausania, in Sardegna.
di Giuseppe Pulina
giustizia riparativa
ismea
Agricoltura

Proteggere i redditi agricoli da crisi ed eventi climatici: intervista a Camillo Zaccarini Bonelli, ISMEA

Camillo Zaccarini Bonelli, agronomo esperto di fondi comunitari in agricoltura e politica agricola comunitaria, descrive le soluzioni emerse recentemente per la gestione dei rischi in agricoltura, settore sempre più minacciato da eventi climatici estremi e crisi internazionali.
di Andrea Strata
ismea
gioco
Gioco

Giochi: rischio illegalità all’attenzione delle Regioni

Nei dati forniti dal Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, nel periodo 2020-2021 sono state scoperte 250 sale illegali in pochi mesi, chiuse 100 bische e sequestrate 2 mila slot. Serve indagare le cause di un fenomeno in crescita, nonché sottrarre spazi alle attività illegali.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata
gioco
pnrr
Economia

Pnrr, raggiunti tutti gli obiettivi del primo semestre 2022

Pnrr, il nostro Paese ha raggiunto tutti i target del primo semestre 2022 stabiliti dalla Commissione Europea: 45 interventi, di cui 15 Riforme e 30 Investimenti. Il Mef ha poi inviato la richiesta di pagamento della relativa tranche alla Commissione per un totale di 21 miliardi di euro.
di Claudia Bugno*
pnrr
algoritmo antievasione
Fisco

Un algoritmo antievasione aiuterà l’azione di Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza

Si chiama VeRa l’algoritmo antievasione in grado di incrociare e confrontare i dati dei contribuenti per evidenziarne le irregolarità. Sarà un valido contributo alla lotta all’evasione fiscale per Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate, che avranno accesso ai database nel rispetto delle indicazioni del Garante della Privacy.
di Giovambattista Palumbo*
algoritmo antievasione
AFCTA
Economia

AfCTA un anno dopo: il continente africano guarda al modello Ue per il libero mercato

L’AfCTA è un accordo commerciale firmato e ratificato dalla maggior parte dei paesi africani che prevede tra gli Stati firmatari l’abbattimento dei dazi doganali e la semplificazione degli aspetti burocratico-amministrativi al fine di implementare la libera circolazione delle merci nel continente.
di ODDI EMANUELE
AFCTA
REPowerEU
Economia

REPowerEU, la transizione energetica nel nuovo scenario emergenziale

Il Piano REPowerEU è stato messo a punto dalla Commissione Europea per garantire la sicurezza energetica in Ue, accelerando al contempo la transizione verde delle fonti di energia. Il cambio di marcia è legato alla nuova emergenza energetica causata dal conflitto in Ucraina.
di Claudia Bugno*
REPowerEU
corporate warfare
Economia

Corporate Warfare: un fenomeno sottotraccia con riflessi importanti sulla collettività

La Corporate Warfare, ovvero la guerra aziendale compiuta con ogni mezzo e con le più moderne tecnologie, minaccia le sorti di imprese e settori economici, pubblici e privati, con riflessi sull’intera collettività.
di Alfonso M. Balotta
corporate warfare