Matteo Renzi – Sul principio di non contraddizione

I Tg di lunedì 16 maggio – Tra i capisaldi della logica classica figura il principio aristotelico che stabilisce come, se una proposizione A è vera, il suo contrario non può esserlo. Se il premier nelle scorse settimane aveva dichiaratamente vincolato il futuro della sua attività politica all’esito del referendum costituzionale di ottobre, l’odierno intervento con cui Matteo Renzi ha accusato il fronte del No di voler “personalizzare lo scontro”, cercando al contempo di “depersonalizzare” la consultazione di ottobre, viene – a ragione – tacciato di contraddizione da tutte le opposizioni. Aperture per Tg1, Tg5 e Studio Aperto. Benché la data del referendum sia lontana e, come dimostrano i sondaggi di Tg La7, distante anche nelle preoccupazioni degli elettori (con il 50,2% degli indecisi), sembra chiamo che il premier ha cambiato impostazione: meglio tardi che mai! Sempre in tema di voto, un altro “dietrofront” (Tg 4/Tg La7), quello del ministro Alfano che aveva proposto un’estensione a 2 giorni sia per il voto della amministrative di giugno che per quello referendario, è presente nei titoli di Tg1, Tg4, Tg5 e Tg La7, visto che nel tardo pomeriggio il Cdm ha deciso di non farne nulla.

L’intervento del ministro Gentiloni nel corso della Conferenza di Vienna sembra chiarire definitivamente i termini dell’intervento del nostro Paese a sostegno del governo di Unità Nazionale: l’Italia non invierà truppe in Libia, ma solo unità per addestrare le milizie locali su richiesta del governo Serraj. Apertura per Tg La7, titoli per Tg1, Tg2 e Tg5. Spazio sempre sui Tg Rai e Tg 5 agli oltre 1.100 profughi salvati nel corso di diverse operazioni a largo delle acque libiche, con Tg4 che in un interessante servizio parla della riapertura della “rotta albanese” a seguito della chiusura di quella balcanica.

Nell’informazione di serata ritroviamo gli strascichi di fatti e polemiche della scorsa settimana, come il caso Pizzarotti e il “dopo unioni civili”. Il ministro della Giustizia Orlando ribatte a quello con delega alla Famiglia Costa “che non è il governo a determinare gli orientamenti dei giudici” dopo che il secondo aveva parlato di “sentenze fantasiose” in merito alle adozioni dei figli del partner nelle coppie omosessuali (titolo per Tg3, servizi per gli altri Rai e Tg5). Gli spasmi interni a M5S li troviamo abbondantemente spalmati su tutti. Dalle dichiarazioni odierne di Di Maio si intuisce che il “casus” che ha portato alla sospensione di Pizzarotti ha radici ben profonde e che nessuna delle due parti è intenzionata a ricucire.

Dopo aver aperto al diaconato femminile, Papa Francesco ritorna in maniera molto “concreta” all’appello alla sobrietà per la Chiesa durante l’incontro con i vescovi italiani. Per Mentana le odierne parole di Francesco rappresentano un “invito perentorio” a disfarsi di tutto ciò che non è essenziale per la vita delle comunità cattoliche. Titoli anche per Tg1, Tg2, Tg4 e Tg5. Sempre La7 calcola in più di 2.000 miliardi di euro il patrimonio immobiliare della chiesa cattolica in tutto il mondo, mentre in Italia più del 20% del patrimonio edilizio sarebbe di proprietà ecclesiastica.

L’avance di Cairo nelle scorse settimane per il controllo di RCS genera la reazione del “salotto buono” che propone a sua volta un’Opa per scalzare il parvenu editore di La7. Titoli per Tg1, Tg3 e Tg4. Titolo anche per Mentana che, correttamente, ricorda ai teleutenti che il suo Tg se ne occupa pur trattandosi di una vicenda che riguarda il suo editore.

Finito il campionato, tra un mese l’Italia sarà di nuovo nel pallone, insieme ai partner sgangherati di un’Europa alquanto latitante. Buon viatico per la nazionale italiana l’assoluzione del commissario tecnico Conte al termine di un iter giudiziario da lui definito “agghiacciante”. Nei titoli per Tg1, Tg3 e Studio Aperto, nei servizi per tutti.

Ultime notizie
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città
RAEE
Tecnologia

RAEE, rifiuti elettronici: un tesoro nascosto

I RAEE, i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno trattati in maniera del tutto speciale e secondo determinate modalità presso le isole ecologiche. Otto italiani su dieci dichiarano di possederne almeno uno, ma dal loro corretto smaltimenti si trarrebbe un significativo beneficio economico.
di Ilaria Tirelli
RAEE
imprese e sviluppo sostenibile
Futuro

Imprese e Sviluppo sostenibile, sempre più complesso il quadro delle nuove regole europee

Il 28 novembre 2022 il Consiglio Europeo ha approvato in via definitiva il testo della nuova direttiva sulla comunicazione delle imprese in...
di Fabrizio Zucca*
imprese e sviluppo sostenibile
Comunità Energetiche Rinnovabili
Italia Domani

Comunità energetiche rinnovabili: dal Pnrr nuovi modelli di crescita

Il doppio filo che lega Agenda 2030 e il PNRR si sta ulteriormente rafforzando attraverso la messa a punto di strumenti che...
di Claudia Bugno*
Comunità Energetiche Rinnovabili