martedì, Settembre 29, 2020

Diario per il nostro futuro

Il Rapporto Italia vede la luce all’inizio di ogni anno. Così è stato anche nel 2020. Poi, però, è arrivato Coronavirus e tutto si è fermato. Tutto sembra essere destinato a cambiare in sua funzione. Sappiamo che l’Economia soffrirà: non di quanto e per quanto. Sappiamo che la Società cambierà percorsi e tempi: non per quanto e non da quando. Sappiamo che la Politica sarà di fronte a un bivio: riattivare la democrazia liberale o rassegnarsi al suo lento dissolversi. Il Rapporto Italia compie il gesto del lanciatore del martello: ricorda il passato, osserva il presente, si proietta nel futuro. Abbiamo chiesto perciò ai componenti del nostro Comitato Scientifico ed altri Autori, partendo dalle riflessioni contenute nel Rapporto, di estendere quel pensiero alle nuove sfide che ci attendono, tratteggiando il nostro possibile futuro attraverso brevi note, con le quali stimolare la riflessione e il dibattito.

Coronavirus e Università a distanza

La formazione a distanza deve essere uno degli strumenti utili per recuperare lo squilibrio tra domanda e offerta di competenze. Una grande attenzione va posta, tuttavia, alle ripercussioni in termini di disuguaglianza che si possono determinare per effetto dell’accessibilità alle tecnologie.

Il senso dell’uomo per le parole e le icone

Il senso delle parole, dopo la tragedia che ha attraversato l'Italia e sta attraversando ancora il mondo, pone al centro con ancora più forza il loro valore simbolico, come di ogni espressione dell'umano sentire. Ancor di più l'immagine, l'icona assume tutta la sua dirompente forza simbolica a livello universale. Ed è così che assistiamo inermi, alla novella iconoclastia che abbatte simboli del passato e rappresentazioni di visioni considerate, giustamente, oggi inaccettabili.

Fase 3, la nuova economia nasce “da casa”, fondamentale correggere le...

L’emergenza Coronavirus ha ribaltato abitudini di vita e i paradigmi economici. Con la necessità di un costante e attento distanziamento sociale, l’economia della condivisione sta lasciando lo spazio ad una nuova economia “casalinga”, la cosiddetta “stay-at-home economy”. Particolarmente coinvolte sembrano essere le donne che potrebbero rappresentare il grimaldello del rilancio economico post-crisi.

Conte e lo storytelling del “non-politico eroe solitario”

La comunicazione istituzionale dell’emergenza ha smarrito i crismi della correttezza, della proporzionalità, del senso della realtà, per assumere toni enfatici, più utili per accarezzare...

Webinar e lezioni on line. Le regole per non fare flop

All’inizio del lockdown mi sono reso conto che la maggior parte delle mie attività professionali (lezioni, seminari, convegni, workshop) erano rigorosamente “in presenza”. Prova...

Probabili effetti del Covid-19: qualche lezione da imparare

È cosa certa che conseguenze del Covid-19, anche radicali, ci saranno sia a livello internazionale sia nazionale. Lo prova la storia delle epidemie/pandemie del passato.

Coronavirus e democrazia. La pandemia andava affrontata con gli strumenti ordinari

La pandemia ha accentuato elementi di crisi già presenti nel Parlamento. L'abbondante ricorso ai Dpcm e le ordinanze dei Presidenti delle Giunte Regionali che hanno chiuso – o minacciato di chiudere – le rispettive Regioni, rappresentano una “forzatura” alla democrazia che non devono creare precedenti.

Coronavirus, lo spettro del disagio sociale e il ruolo dell’intelligence

All’attenuarsi dell’emergenza sullo sfondo si intravede, abbastanza prossimo, il fantasma del disagio sociale. L’intelligence ha il compito primario di monitorare il disagio sociale che può rappresentare non solo un’area di reclutamento per la criminalità, ma che si può trasformare anche in un problema di ordine pubblico. Il contributo del Prof. Mario Caligiuri.

Stiamo combattendo il Coronavirus ma ci siamo dimenticati l’emergenza ambientale

Potremmo riassumere nella parola “vulnerabilità” quanto avvenuto in questi mesi nel mondo con l’emergenza causata dalla pandemia da Covid-19. Non era mai accaduto nella...

Coronavirus, studiato il metodo fisico per il contenimento del virus

Un gruppo di ricerca composto da fisici di RICMASS, dell’INFN, del CNR e dell’Università di Camerino ha applicato le sue conoscenze nel campo della materia quantistica complessa per caratterizzare matematicamente i metodi di contenimento dell'epidemia.
di Gian Maria Fara
Una delle questioni non risolte che accompagnano l’Italia sin dall’Unità nazionale, è quella della Giustizia. In un interessante [...]
di Emilio Albertario
  Dal lavoro dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli svolto durante l’emergenza Covid alla continua sinergia con le Forze [...]
di Emilio Albertario
  Dal lavoro dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli svolto durante l’emergenza Covid alla continua sinergia con le Forze [...]
di Maurizio Lovecchio*
Il “tutti a casa” aveva fatto temere per il turismo in Calabria, che in questo territorio genera il 25% del Pil. Contro ogni [...]
di Giovanni Cannata
La formazione a distanza deve essere uno degli strumenti utili per recuperare lo squilibrio tra domanda e offerta di competenze. Una [...]
di Valentina Renzopaoli
«Le somme stanziate dal Governo per i aiutare i Comuni ad affrontare l’emergenza e la ripartenza non basteranno: le minori entrate [...]
Politica
Un testo necessario e quanto mai attuale sulla credibilità, sulla sua crisi e sul suo valore: è quello di Guido Gili e Massimiliano [...]
di Alfonso Lo Sardo
Recensioni
«Il male sta nelle parole»: su questa celebre affermazione di Luigi Pirandello, si troverebbe probabilmente d’accordo il filosofo [...]
di Massimiliano Cannata
Cultura
Negli spazi della Fondazione Bevilacqua La Masa, a piazza San Marco a Venezia. “Dal silenzio alla parola”, un’antologica di trenta [...]
di Massimiliano Cannata
Cultura
Il quarto shock è il titolo di un interessante scritto del filosofo della politica, Sebastiano Maffettone, sulla “filosofia del [...]
di Massimiliano Cannata
Intervista
La crisi del lavoro che si intreccia con l’eclissi del merito si presenta molto grave in tutte le realtà territoriali. «Quello che ci [...]
di Massimiliano Cannata
Per rimanere aggiornato sulle nostre ultime notizie iscriviti alla nostra newsletter inserendo il tuo indirizzo email: