Fase 2, le mappe ESRI per prevenire nuovi contagi

Sono le ormai famose “mappe nere con i puntini rossi” gli strumenti indispensabili per chi sta combattendo il virus in tutto il mondo. I dati sono quelli che provengono dall’OMS, elaborati secondo gli algoritmi scelti dagli studiosi dell’Università americana Johns Hopkins e che girano sulle piattaforme di geografia digitale Esri Inc. Il colosso di Jack Dangermond è la quarta gamba del sistema mondiale; raccoglie le esperienze di Bill Gates per i sistemi informativi, del mondo social di Mark Zuckerberg, dell’e-commerce di Jeff Bezos (l’uomo più ricco del mondo). In Italia Esri ha sostenuto l’azione della Protezione Civile per la geolocalizzazione dei contagi e il loro tracciamento. Ma non si è limitato solo ad inseguire il Covid-19, ha fornito anche strumenti di digital geography per contrastare il suo eventuale ritorno. Quelle che troverete di seguito sono le ultime due mappe realizzate da Esri per affrontare la cosiddetta Fase 2.

La prima mappa (tendenze recenti della pandemia Covid-19 https://esriitaliatm.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/5f5e711bbe934670a674758b2dbe1c97) mostra in maniera continuamente aggiornata – minuto per minuto – la diffusione del Coronavirus nel mondo, con le sagome delle varie nazioni colorate in maniera diversa a seconda dello stato di diffusione del contagio in un determinato paese. Possiamo, quindi, avere un quadro delle nazioni uscite dalla pandemia, di quelle che ne stanno uscendo e di quelle che, invece, sono ancora in piena emergenza. Sono dati utili soprattutto per quando si dovranno riaprire le frontiere e riprenderanno gli scambi commerciali.

La seconda mappa (Covid-19 proiezioni dei picchi ospedalieri in Italia https://esriitaliatm.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/1759494b9a7549668988f90812e97d20) ha un contenuto veramente rivoluzionario ed è fondamentale per la comunità scientifica. Sono geolocalizzati i presìdi sanitari, le strutture di assistenza, i posti di terapia intensiva delle varie città di vari paesi, in modo da avere sempre un quadro della disponibilità dei posti per la cura e sapere dove trasferire i malati, in base alla vicinanza geografica.
Esri Inc – con la propria consociata Esri Italia – sta svolgendo un lavoro di supporto importante agli Stati europei per tenere sotto controllo la malattia e indirizzare gli strumenti di prevenzione e cura dove ce n’è più bisogno.

Si rimanda alla lettura dell’articolo di approfondimento Utilizzo previsto delle risorse ospedaliere a supporto dei pazienti Covid-19 Italia nei paesi SEE e USA.

Ultime notizie
baby gang
Sicurezza

Baby gang tra realtà e percezione. Intervista a Stefano Delfini, Direttore Servizio Analisi Criminale della Direzione Centrale della Polizia Criminale

Il 36% degli italiani denuncia la presenza di baby gang nel proprio territorio, come emerge dal Rapporto Italia 2024. Ma non bisogna confondere realtà e percezione, afferma Stefano Delfini, Direttore del Servizio Analisi Criminale, che nel corso dell’intervista traccia un quadro del fenomeno criminale minorile nel nostro Paese.
di Susanna Fara
baby gang
d-day
Center-news

80 anni fa il D-Day che segnò la fine del nazismo

D-Day, il giorno che segnò la fine del nazismo con lo sbarco in Normandia: il 6 giugno ricorrono gli 80 anni dall’operazione che decise un nuovo corso per la storia. Ma la memoria storica è a rischio, senza la trasmissione generazionale della memoria e con la riduzione a fiction del nostro passato, come spesso avviene nelle serie tv.
di Giuseppe Pulina*
d-day
Criminalità e contrasto

Criminalità minorile e gang giovanili. I dati

Il Report “Criminalità minorile e gang giovanili”, il report realizzato dal Servizio analisi criminale è stato presentato questa mattina a Roma, presso la...
di redazione
Lavoro

La “mobilità circolare” dei giovani nell’area mediterranea

I giovani protagonisti del cambiamento Lo spazio Mediterraneo è un bene comune (“common good”) che appartiene a tutti gli Stati della UE ed...
di Avv. Angelo Caliendo*
Osservatorio sulla PA

Equo compenso o tariffazione?

Se solo il Codice dei Contratti fosse stato promulgato il 1° luglio 2023 (data della sua entrata in vigore) oggi non dovremmo affrontare questa spinosa questione, circa la portata e le modalità applicative della legge n. 49 del 21 aprile 2023 che ha introdotto “l’equo compenso” per i professionisti. Disposizione che di fatto modifica i criteri di aggiudicazione previsti nel Codice degli Appalti, vincolando il prezzo dei servizi professionali, o almeno così sembrerebbe.
di redazione
Intervista

Insularità, PNRR, fondi europei: il caso Sicilia

A più di un anno dall’introduzione nella nostra Costituzioni del principio di Insularità sono corrisposte politiche di sostegno e finanziamento delle attività necessarie a realizzare tale principio? Qual è l’incidenza dei fondi europei sulle attuali politiche di rigenerazione urbana e di sviluppo delle isole? Ne abbiamo parlato con chi ogni giorno deve confrontarsi con la gestione di una realtà complessa come quella della città di Catania: l’ingegner Biagio Bisignani, Direttore URB@MET.
di redazione
corse
Intervista

L’insularità possibile: il caso Corsica. Intervista a Marie-Antoinette Maupertuis, Presidente dell’Assemblea corsa

La Corsica è uno dei modelli europei in merito all’insularità e alle iniziative intraprese per favorire la coesione territoriale e l’autonomia fiscale necessaria per l’economia corsa, dinamica ma gravata da una “crescita depauperante”. Ne parliamo con l’Onorevole Marie-Antoinette Maupertuis, economista e Presidente dell’Assemblea della Corsica.
di Daniela Pappadà
corse
corse
Osservatori

Insularité possible: le cas de la Corse. Entretien avec Marie-Antoinette Maupertuis, Présidente de l’Assemblée de Corse

Insularité possible: entretien avec l’Honorable Marie-Antoniette Maupertuis, Presidente de l’Assemblee de Corse.
di Daniela Pappadà
corse
intelligenza
Intervista

Intelligenza artificiale e regole: serve un impegno dell’Unione sui diritti sostanziali

Intelligenza artificiale e diritto, ne parliamo con Giusella Finocchiaro, Professoressa ordinaria di diritto privato e diritto di Internet all’Università di Bologna. Per non cadere in un rischioso processo di “burocratizzazione digitale” bisogna partire da elementi culturali prima che giuridici, senza perdere di vista i princìpi.
di Massimiliano Cannata
intelligenza
Sicurezza

Tecnologia, sicurezza e istruzione: intervista a Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale

La tecnologia è entrata di forza nella scuola grazie alla DAD, che in pandemia ha permesso a milioni di studenti di seguire le lezioni da casa. Bisogna continuare su questa strada e sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia in àmbito scolastico e formativo secondo la dott.ssa Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale.
di Massimiliano Cannata